Integrare gli eventi con i social

Posted on Ago 18, 2015 | 0 comments


eventi social

I social media sono uno strumento fondamentale per l’event marketing e non solo perché contribuiscono attivamente alla diffusione dell’evento, ma anche perché generano brand awareness e aumentano il successo dell’evento stesso. I social network riescono a coinvolgere e a dare respiro all’evento già a partire dalle primissime fasi organizzative, fino ad arrivare a farlo vivere in prima persona e a contribuire a creare contenuti dell’evento stesso, insieme a chi lo organizza e ci lavora. Ma non finisce qui.

La potenza del social media marketing applicato all’organizzazione di un evento sta anche nel prolungare l’esperienza vissuta ed estenderne il valore. Oggi nessun brand può fare a meno di utilizzare i canali social e ormai risulta anche inutile fare la differenza tra online e offline, in quanto i social media sono parte integrante della nostra vita. L’integrazione tra online e offline è talmente profonda che viviamo contemporaneamente entrambi gli ambiti, ormai fusi tra loro.

La parola chiave è integrazione; unire gli strumenti online e offline non significa aggiungere, ma rendere completa la nostra strategia di marketing e riuscire a raggiungere non solo i nostri clienti, ma tutte le persone potenzialmente interessante a quello che stiamo facendo o promuovendo. Occorre, quindi, una gestione complessiva, trasversale e coerente di un’unica strategia integrata di marketing, utilizzando sia strumenti online che offline. Ecco come ad esempio l’evento Saxo Capital Markets sia un esempio da manuale.

Saxo Capital Markets, specialista negli investimenti e nel multi-asset trading online, per l’organizzazione dell’evento #TradingDebates che si è tenuto a Londra, ha implementato una strategia di social media marketing sfruttando i canali della comunicazione digitale integrando le competenze del proprio team di marketing a quelle di agenzie esterne specializzate in content marketing e digital PR.

Pre-evento

Questa è la fase di sensibilizzazione, promozione e raccolta delle adesioni. In questa fase, i social media sono determinanti per diffondere l’evento, raccogliere le adesioni, coinvolgere le persone e far vivere anche la fase organizzativa. Conversare con la nostra community e condividere contenuti utili al nostro target, fa aumentare l’interesse attorno all’evento e il desiderio di essere presenti in prima persona. Nel caso specifico della Saxo Capital Markets, questa prima fase, è durata sei mesi. Il nome dell’evento? Naturalmente l’hashtag stesso: #TradingDebates. Il coinvolgimento del pubblico sui social media è stato incentivato anche attraverso organizzazione di contest su Twitter/Facebook che hanno visto i partecipanti più attivi e dinamici vincere un iPad. C’è da dire, infatti, che sia Twitter che Facebook offrono un’ottima visibilità in tutte le fasi dell’organizzazione di un evento e generano conversazioni efficaci ed utili sia per diffondere l’iniziativa, che nel corso dell’evento e in fase di monitoraggio. Per incuriosire ed animare il dibattito sui temi principali dell’evento, in questa fase, sono state diffuse anche infografiche divertenti e articoli utili al target. Dare delle piccole anticipazioni e svelare delle pillole di ciò che si andrà a trattare in seguito, serve a creare aspettativa, a suscitare curiosità e ad alimentare il desiderio di prendere parte all’evento. L’interazione con il target, fin dall’inizio, ha conferito al #TradingDebates un’autenticità tale che si è riusciti ad avvicinare anche un pubblico difficile come è quello del mondo della finanza e degli uomini di affari.

Gli influencer

Prima dell’evento fisico sono stati identificati gli influencer chiave per generare sempre più interesse e stimolare le conversazioni online. La condivisione dell’evento con gli influencer è una delle chiavi del successo dell’evento. Gli influencer dovrebbero a loro volta utilizzare i loro canali tradizionali e social per dare ampia copertura comunicativa.

Durante l’evento

I relatori si stanno alternando nei loro speech e la platea fa tesoro di quello che l’evento offre loro. Una buona strategia di marketing integrato prevede sicuramente la condivisione, in tempo reale, dell’evento sui social media. Il live tweeting, la condivisione di fotografie su Facebook ed Instagram lo streaming dell’evento, ad esempio, aumentano la partecipazione e generano conversazione diffusa, conferendo un valore aggiunto al nostro evento. Un’ottima idea attuata al #TradingDebates è stata quella di trasferire le conversazioni social anche su un grande monitor fisico posto sopra il palco. Nel corso dell’evento, i relatori hanno potuto rispondere, in tempo reale, ad alcune conversazioni online riportategli dal community manager, aumentando ancora di più la partecipazione di chi non era presente fisicamente. I pre evento può essere “integrato” andando a rispondere durante l’evento a domande che erano state poste sui social nella fase di preparazione. Perché il tutto finzioni bisogna pensare ad una vera e propria sceneggiatura dell’evento ed avere una regia in grado di coordinare il tutto al meglio.

Post-evento

Terminano gli interventi, cala il sipario, si spengono le luci… L’evento è finito? Certo che no! Ora è il momento di raccontare ciò che è successo, condividere foto, video, slide, contatti utili, raccogliere feedback ed opinioni. In breve: estendere il valore dell’evento! Continuare a diffonderlo anche dopo la sua realizzazione, cattura l’attenzione perfino degli assenti e dei curiosi ed alimenta il desiderio di voler partecipare, in prima persona, al prossimo evento. In questo modo si inizia già a “fertilizzare il terreno” per l’evento successivo e si mantiene sempre vivo l’interesse. Nel caso specifico del #TradingDebates, i risultati del monitoraggio hanno fornito importanti informazioni su come migliorare la comunicazione per il target specifico e hanno portato alla luce il successo dell’evento anche da un punto di visto quantitativo, oltre che qualitativo. Ciò dimostra che le aziende che sono in grado di adottare tool e tecniche di marketing moderne ed integrare offline e online, riescono ad avere successo e a far sentire il pubblico il vero protagonista e cocreatore dell’evento stesso.

Per concludere. La necessità di rivedere da zero le politiche tradizionali risultano ancora più evidenti anche quando andiamo a ripensare un evento. Questo momento aziendale tradizionale può essere profondamente rivisto grazie ai nuovi canali di comunicazione ed assumere un’importanza rilavante per un periodo molto più lungo della sola giornata a lui dedicata.

Al prossimo numero!